Se l’immigrato decide di vivere in Italia deve adeguarsi al nostro vivere da “occidentali”. Lo ha deciso la Cassazione che ha vietato ad un indiano Sikh di circolare con un coltello “sacro” secondo i precetti della sua religione: “Non è tollerabile – si legge nella sentenza – che l’attaccamento ai propri valori, seppure leciti secondo le leggi vigenti nel paese di provenienza, porti alla violazione cosciente di quelle della società ospitante”.

Tweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on Facebook