Oggi più di ieri.

In Italia il maltempo è ormai un killer spietato: 30 morti in una settimana. Ma ad armare la mano è stato anche l’uomo.
Perché è vero che c’è un vento eccezionale che soffia a quasi 200 km orari, un evento imponderabile e imprevedibile che nell’Alto Adige e nel Bellunese abbatte abeti come fossero cerini.
Ma c’è stato anche il fango dei fiumi in piena che ha travolto case che non dovevano essere costruite lì.
E’ chiaro che in Italia è in atto un cambiamento climatico che fa diventare i temporali nubifragi e venti forti in uragani. Ma sempre in Italia abbiamo avuto un consumo di suolo che ha provocato un dissesto che rende il territorio a rischio. Oggi più di ieri.

Tweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on Facebook